CORONAVIRUS: Comunicato del Sindaco del 03/01/2022

Notizie, Coronavirus    3/01/2022

Buongiorno, buona settimana e buon anno a tutti,

per quanto riguarda l’andamento dei contagi da Covid-19, la situazione è in continua mutazione con una crescita esponenziale dei casi.

A fronte di 28 persone che hanno avuto l’esito negativo del tampone di verifica e sono definitivamente guarite, 185 sono i nuovi casi positivi nell’ultima settimana.

Ad oggi sono quindi 245 i nostri concittadini positivi, mai così tanti.

La buona notizia è che il contesto generale dei contagi, per fortuna, è molto diversa da un anno fa.

Oggi la quasi totalità delle persone positive ha sintomi lievi con poca febbre e assimilabili all’influenza o sono asintomatici. Allo stato attuale non mi risultano persone gravi e ricoverate in strutture ospedaliere in situazione critica.

Rispettiamo scrupolosamente le norme, continuiamo ad essere prudenti e usare tutte le cautele che ben conosciamo. Ricordiamoci che è obbligatorio indossare sempre le mascherine anche all’aperto e vaccinarsi è fondamentale per combattere la pandemia in corso.

I dati oggi ci dicono che i vaccini si stanno dimostrando efficaci nel prevenire malattie gravi e ospedalizzazione.

Vi indico le novità principali introdotte dal nuovo Decreto Legge:

Dal 10 gennaio 2022 fino alla cessazione dello stato di emergenza, si amplia l’uso del Green Pass

Rafforzato alle seguenti attività:

  • alberghi e strutture ricettive
  • feste conseguenti alle cerimonie civili o religiose
  • sagre e fiere
  • centri congressi
  • servizi di ristorazione all’aperto
  • impianti di risalita con finalità turistico-commerciale anche se ubicati in comprensori sciistici
  • piscine, centri natatori, sport di squadra e centri benessere anche all’aperto
  • centro culturali, centro sociali e ricreativi per le attività all’aperto.

Inoltre il Green Pass Rafforzato è necessario per l’accesso e l’utilizzo dei mezzi di trasporto

compreso il trasporto pubblico locale o regionale.

QUARANTENE

Il decreto prevede che la quarantena precauzionale non si applica a coloro che hanno avuto contatti stretti con soggetti confermati positivi al COVID-19 nei 120 giorni dal completamento del ciclo vaccinale primario o dalla guarigione nonché dopo la somministrazione della dose di richiamo (booster).

Fino al decimo giorno successivo all’ultima esposizione al caso, ai suddetti soggetti è fatto obbligo di indossare i dispositivi di protezione delle vie respiratorie di tipo FFP2 e di effettuare – solo qualora sintomatici – un test antigenico rapido o molecolare al quinto giorno successivo all’ultima

esposizione al caso.

Infine, si prevede che la cessazione della quarantena o dell’auto-sorveglianza sopradescritta

consegua all’esito negativo di un test antigenico rapido o molecolare, effettuato anche presso

centri privati; in tale ultimo caso la trasmissione all’Asl del referto a esito negativo, con modalità

anche elettroniche, determina la cessazione di quarantena o del periodo di auto-sorveglianza.

CAPIENZE IMPIANTI SPORTIVI

Il decreto prevede che le capienze saranno consentite al massimo al 50% per gli impianti all’aperto

e al 35% per gli impianti al chiuso.

Positivi per classi di età:

0-10: 12

11-20: 39

21-30: 42

31-40: 25

41-50: 53

51-60: 44

61-70: 18

>70: 12

L’età media dei contagiati è di 39 anni.

Torna all'inizio dei contenuti