CORONAVIRUS: comunicato del Sindaco del 08.03.2021

Notizie, Coronavirus    8/03/2021

Da venerdì 6 marzo sono iniziate, finalmente, le vaccinazioni anche all’ospedale di Cuggiono, per il momento dedicate agli over 80.

Raccomando, per evitare di fare la fila ed il rischio di pericolosi assembramenti, di rispettare l’orario di convocazione inviato via SMS. Altra cosa importante è arrivare già con il modulo di consenso e anamnesi compilato. I moduli si possono scaricare dal sito di ASST.

Segnalo inoltre, per chi ne avesse necessità, che l’ufficio Servizi alla Persona e l’Ufficio Protocollo del Comune forniscono un servizio di supporto per stampa modulistica e compilazione dati anagrafici dal lunedì al venerdì dalle 9,00 alle 10,30.

Per quanto riguarda l’andamento dei contagi da Covid-19, l’andamento è il seguente.

Il numero dei casi positivi sale a 31 (11 nuovi casi in una settimana) di cui 4 ricoverati in ospedale. I concittadini in quarantena sono 75 e permangono in isolamento fiduciario.

Tre sono le persone che hanno terminato il  periodo di quarantena.

Il momento è molto serio e dobbiamo tutti assieme stringere i denti in questo periodo e rispettare scrupolosamente le norme.

Continuiamo ad essere prudenti e usare tutte le cautele che ben conosciamo indossiamo sempre la mascherina nei luoghi pubblici e all’aperto, evitiamo assembramenti, rispettiamo il distanziamento e laviamoci o igienizziamoci spesso le mani.

Ricordiamoci sempre che dobbiamo essere tutti parte della risoluzione del problema e non il problema.

Di seguito la statistica dei casi positivi per classi di età:

  0 – 10 n. 2

11 – 20 n. 2

21 – 30 n. 5

31 – 40 n. 1

41 – 50 n. 8

51 – 60 n. 4

61 – 65 n. 1

>     65 n. 8

Come sapete siamo in zona arancione rafforzato. Ecco un riassunto delle principali regole oltre a quelle già previste per la zona arancione:

  • Sospesa la didattica in presenza per elementari, medie, superiori e formazione professionale e Università. Chiuse le scuole dell’infanzia;
  • Asili Nido restano aperti;
  • Divieto di recarsi presso altre abitazioni private abitate in Regione Lombardia;
  • Divieto di recarsi nelle ‘seconde case’ in Lombardia;
  • Può accedere alle attività commerciali un solo componente per famiglia, se non deve portare con sé minori, disabili o anziani;
  • Divieto di utilizzare aree pubbliche attrezzate per gioco/sport (es. scivoli, altalene, campetti da gioco etc) nei parchi, ville e aree pubbliche;
  • Obbligo di indossare mascherine chirurgiche o presidi analoghi sui mezzi di trasporto pubblici.
  • Rimangono consentiti gli spostamenti all’interno del territorio comunale per comprovati motivi di lavoro, necessità o salute.
Torna all'inizio dei contenuti