Chiesa SS. Giacomo e Filippo

Le sue origini sono antichissime essendo menzionata in un atto notarile del 988, ma l’edificio attuale è sostanzialmente del sec. XVII, frutto di aggiunte e rifacimenti. Presbiterio e coro risalgono al 1605.
Sulla facciata il bassorilievo del sec. XVI e formella in terracotta di Aurel Jonescu raffigurante la Madonna del Rosario tra i Santi Giacomo e Filippo patroni della parrocchia.
All’interno, ai lati dell’altar maggiore, due tele del Seicento e notevoli arredi dei secoli XVIII e XIX, oltre ad alcuni dipinti e vetrate di Aurel Jonescu e Efrem Redegonda del sec. XX.
Sulla facciata dell’attiguo ex convento dei domenicani, in fase di restauro perchè destinato a divenire la sede del decanato, Madona del latte, dipinto anonimo del sec. XVI.

Torna all'inizio dei contenuti